Moto Club Cabiate


Vai ai contenuti

09

CLUB

Un libro, una moto
di PAOLO PIGOLI
Qualche settimana fa, durante un diverbio telefonico con una presuntuosa persona, mi sono sentito dire "Vai meno in moto e leggi qualche libro in più " Io che vado in moto ma leggo anche qualche libro, non mi sono risentito più di tanto, anzi l'allocuzione con cui sono stato apostrofato mi ha suggerito delle riflessioni su quello che offre la lettura di un buon libro e quello che da la guida di una moto.Sembrerebbe un accostamento strano, forzato, ma tenterò di dimostrare la fondatezza di ciò che penso. Apro un libro iniziando con circospezione la lettura cercando di capire se sarà interessante o meno, poi man mano che le pagine scorrono mi appassiono e non vorrei smettere di leggerlo, sempre più preso dalla storia e dai personaggi che imparo a conoscere. Con la moto è uguale: inizi sempre a guidarla con cautela poi pian piano ti appassioni e non vorresti mai scendere, mentre la strada, il paesaggio e le sensazioni ti prendono sempre di più Ti fa compagnia, ti dà emozioni, ti fa vivere nuove esperienze, proprio come un libro.La sensazione di essere piacevolmente solo che si prova avendo un casco in testa, oppure un libro fra le mani è la stessa, intensa e appagante, quasi isolati da ciò che ci circonda e in pace con noi stessi. La certezza che quelli sono momenti di vita che vale veramente la pena di assaporare fino in fondo, per ritrovarsi arricchiti dentro, dopo ogni lettura, dopo ogni viaggio.Insomma due modi di piacere solitario da consigliare a tutti, senza controindicazioni e ovviamente senza nemmeno commettere peccato. Certo è più cadere con la moto che con un libro in mano, ma è l'unica vera differenza fra i due oggetti in questione, per il resto molte sono le assonanze.Non mi resta che augurare a tutti i motociclisti grandi viaggi e rilassanti letture, anche al mio presuntuoso fustigatore.

HOME | CLUB | FOTO | SPORT | NEW | LINK | Mappa del sito

aggiornato il 20 nov 2017

Torna ai contenuti | Torna al menu